"Responsabile"

Ha la responsabilità generale sia della Casa Famiglia che del servizio prestato; in particolare cura la programmazione, l'organizzazione e la gestione delle attività, il loro coordinamento con i servizi territoriali, le verifiche e i controlli sui programmi attuati dalla struttura; a lui compete anche la gestione del personale e la conduzione economica.

E presente all'interno della struttura  ed ha la reperibilità nelle ore notturne e nei giorni festivi

."Coordinatore"

Il Coordinatore, oltre agli adempimenti in ordine alla elaborazione del piano
individualizzato di assistenza  svolge in particolare le
seguenti funzioni:
• sovrintende il corretto e puntuale funzionamento della struttura;
• ha la direzione e la sorveglianza del personale addetto alla struttura;
• verifica e programma le attività degli operatori dell’ équipe;
• controlla che siano aggiornati, a cura degli operatori, il registro delle
presenze e la cartella personale degli ospiti.
• cura i rapporti con i Municipi ed i Comuni di provenienza degli ospiti 
• aggiorna costantemente i referenti comunali sugli utenti inseriti e relaziona
sul caso quando richiesto;
• coordina le attività e gli interventi sugli utenti in collaborazione con i Servizi
Sociali referenti;
• cura i rapporti tra la struttura e gli altri servizi presenti sul territorio;

"Psicologo"

ha il compito di:

- osservare i minori in comunità (comportamento- relax con gli altri-relax con gli educatori-ecc.)
- colloqui con i minori
- gestire le riunioni d'equipe riportandone i contenuti al responsabile 

"Educatori Professionali"

Curano la concreta attuazione e la realizzazione degli obiettivi previsti nel piano personalizzato educativo assistenziale del bambino e partecipano alla progettazione e alla verifica del lavoro svolto dall'equipe della struttura; collaborano all'organizzazione della casa famiglia e promuovono momenti di interazione con l'ambiente di riferimento di ogni singolo ospite e con la rete dei servizi territoriali. Secondo le esigenze dell'organizzazione della struttura è prevista anche la presenza di personale addetto ai servizi generali.

"Tirocinanti"

Collaborano nel quadro della loro formazione professionale, coordinati con il Professore del Tirocinio e con il Responsabile della Casa Famiglia.

"Volontari"

I volontari potranno  accedere alla Casa Famiglia secondo quanto concordato con il Presidente dell'Associazione Il Sogno e con il Responsabile e a seguito di una formazione interna specifica.

La Casa Famiglia Casetta Lauretana potrà avvalersi anche della collaborazione di operatori del Servizio Civile Volontario, che possono svolgere mansioni di accompagnamento dei minori nelle loro attività, e forniscono aiuto nella conduzione domestica facendo sempre riferimento agli educatori. Sarà compito dei volontari costruire attorno alla Casa Famiglia una Comunità di famiglie e di persone che la sostengano e che attraverso essa possano avviare un percorso di solidarietà che diventi un ambito di condivisione e di crescita. Tale comunità di volontari farà capo all'Associazione Il Sogno Onlus.

Famiglie e singole persone potranno affiancare la comunità della Casa Famiglia nel percorso di crescita dei bambini, offrendosi come adulti in diversa misura significativi, con i quali instaurare relazIoni costruttive e fare esperienze formative in contesti educativi differenti. i

Al Personale dipendente impegnato nella Casa Famiglia è garantita l'applicazione dei contratti di lavoro e dei relativi accordi integrativi.